Il potere dell’esercizio fisico sul nostro cervello

Oggi ti racconto una storia: la neuroscienziata e ricercatrice Wendy Suzuki dopo essersi accorta che trascorreva la maggior parte del suo tempo in laboratorio senza fare attività, decise di iscriversi in palestra. Si sentiva debole ed era ingrassata ben di 11 kg.

I benefici che ha riscontrato dopo aver praticato esercizio fisico l’hanno portata a cambiare l’oggetto delle sue ricerche (sulla memoria) e a concentrarsi sul tema dell’esercizio fisico correlato al cervello.

La sua conclusione? L’esercizio fisico è uno degli strumenti più significativi che può indurre trasformazioni nel nostro cervello.

Adesso ti spieghiamo il perchè!

AUTORE

Nicole Defant

CATEGORIA

Esercizio fisico: benefici

PUBBLICATO IL

5 Luglio 2021

SOCIAL

Nicole Defant

L'esercizio fisico ha un effetto immediato sul tuo cervello

Anche dopo un solo allenamento aumentano i livelli di neurotrasmettitori come:

  1. dopamina,
  2. serotonina
  3. noradrenalina

Ciò implica un miglioramento significativo sull'umore.

Un solo allenamento può accrescere l’abilità di spostare e migliorare l'attenzione, in particolare ha dimostrato che quel focus può rimanere per almeno due ore.

Un solo allenamento può migliorare anche il tuo tempo di reazione, e questi sono solo gli effetti a breve termine!

E a lungo termine?

L’esercizio fisico cambia l’anatomia del nostro cervello, la sua fisiologia e la sue funzioni.

Iniziamo dall’ippocampo, l’esercizio fisico produce nuove cellule celebrali e questo incrementa il suo volume.

Gli esperti sono concordi nel ritenere l'ippocampo un centro di elaborazione fondamentale della cosiddetta memoria episodica; la memoria episodica è la forma di memoria a lungo termine. Ecco perchè si sostiene che l’esercizio fisico incrementa la tua memoria a lungo termine.

Carboidrati

Il vero valore aggiunto è che fare attività fisica ha una funzione protettiva per il tuo cervello.

Pensiamo al cervello come ad un muscolo, più lo alleni e più il tuo ippocampo e la tua corteccia prefrontale diventano grandi e forti.

Perchè è così importante?

Perchè sono le due aree più suscettibili a malattie neurodegenerative.

Ciò non significa che facendo attività fisica costante si curano malattie come la demenza senile o l’Alzhaimer, ma quello che andrai a fare è creare un ippocampo e una corteccia prefrontale forte, ciò significa che queste malattie ci metterano di più  avere degli effetti sul tuo cervello.

E quindi qual  è la ‘’dose minima d’esercizio fisico'' per avere questi cambiamenti?

Wendy risponde che 3\4 volte a settimana per una sessione minimo di 30 minuti (soprattutto allenamenti aerobici) è sufficiente per  riscontrare dei benefici sul lungo periodo

Detto ciò:

Allenatevi per salute. Al come e al dove ci pensa Defant's Club! 

Nicole Defant
Nicole Defant
Piacere! Sono Nicole.
Mi piace camminare nella natura, portare a spasso i miei cani e sono curiosa, amo imparare cose nuove. La lettura di libri d'attualità, comunicazione e filosofia sono una delle mie passioni assieme alla palestra, la regina indiscussa! Proprio per questo ho deciso di intraprendere il percorso di studi di scienze motorie.
Credo che il fitness, lo sport e i suoi valori siano essenziali per il benessere della persona.
Ho scelto di lavorare assieme a mio padre, fondatore della Defant's Club, per poter partecipare a questa grande missione.

Iscriviti per ricevere la nostra Newsletter!

Resta aggiornato su tutto quello che succede alla Defant e segui i nostri consigli per rimanere in forma!

Grazie! La tua richiesta è appena stata inviata.
Ci sono degli errori che non consentono l'invio della tua richiesta d'iscrizione. Correggi e riprova!

Noi non facciamo spam. Sei libero di cancellare l'iscrizione in qualsiasi momento.